Post in evidenza

Comuni Creativi

Lazio: Via Amerina - Fabrica di Roma (VT)


Fabrica di Roma, è un comune in provincia di Viterbo, nel Lazio; centro agricolo con attività industriali (ceramiche), posto sulle estreme pendici orientali dei Cimini. 
Si crede che sia stata costruita, dai profughi di Falerii Novi - fondata dai romani sul percorso della Via Amerina per deportarvi tutta la popolazione di Faleri Veteres l'attuale Civita Castellana -.
Ricordato dal 1093, divenne castello nel secolo XIII; nel 1539 passò a Pier Luigi Farnese.

FABRICA DI ROMA

Regione: Lazio
Provincia: Viterbo VI
Altitudine: 296 m slm
Superficie: 34,79 km²
Abitanti: 8275
Nome abitanti: Fabrichesi
Patroni: San Martino (21 settembre)

-
.

.
QUANDO ANDARE

Il suo clima è continentale anche se modificato dalla densa vegetazione. 
La temperatura media annua oscilla intorno ai 15 °C.

Dal mese di maggio ad agosto sul territorio fabrichese si svolgono parecchie Sagre di paese tipiche della zona viterbese, il Moroni nel dizionario di erudizione storico ecclesiastica afferma che è un paese “in temperato clima e buon’aria”
.
Booking.com
DA VEDERE

Clicca qui per approfondimenti

La Collegiata di San Silvestro Papa (Duomo di Fabrica). La prima notizia che si ha di questa chiesa risale al 1177

La Chiesa Santa Maria della Pietà, secondo un’antica tradizione locale, la Chiesa di Santa Maria della Pietà sorse intorno ad un’edicola raffigurante la Vergine con il Bambino risalente, probabilmente, alla metà del XV secolo.

Il Castello Farnese, La Rocca, che si trova al centro del paese di Fabrica di Roma viene da sempre indicato col solo nome della Rocca, dando così anche il nome al borgo che si estende tutto intorno ad esso. 
Presumibilmente costruito intorno all’anno 1000, fu poi ricostruito ed ampliato nel 1217 sotto l’egemonia della famiglia dei Prefetti De Vico, potenti feudatari della Tuscia romana. 
Nel 1539 venne ceduto a Pierluigi Farnese, e sarà il cardinale Alessandro Farnese a provvedere a sua volta ad alcune migliorie apportate alla rocca, ordinando la costruzione del torrione circolare settentrionale, terminato entro il 1590. 
Da qui nasce l’altra denominazione del castello che viene definito anche Castello Farnese. 
Il Castello ha forma quadrangolare, costruito su uno sperone di roccia di cui si possono ancora vedere i resti sul lato occidentale della rocca, il lato verso il borgo è cinto da due poderosi torrioni circolari angolari, e dalla torre quadrata che domina il paesaggio di Fabrica.

Il palazzo Cencelli (ora palazzo comunale) è stato realizzato in epoca medioevale.
Intorno alla metà del XVIII secolo per volere della facoltosa famiglia Cencelli; conserva al suo interno pregevoli affreschi congiuntamente a buona parte dell’arredo originale.
Limitrofo ad esso è il giardino storico all’italiana: composto da siepi di bosso, cipressi e zampillanti fontane. Un ponte in legno collega il giardino pubblico allo stabile

Due piccole Chiese:
La chiesa della Madonna della Vittoria è in realtà intitolata a San Sebastiano ma è conosciuta da tutti come Madonna della Vittoria dato che al suo interno custodisce un’importante tegola con l’immagine del Salvatore probabilmente ridipinta nel 1400.
La chiesa mostra una facciata a vela dotata di campanile, con al centro il bel portale sormontato da un solo oculo, e si innalza su alcuni ripidi scaloni scavati nel peperino.
La storia della Chiesa della Madonna della Stradella inizia con l’edificazione di una semplice edicola mariana al margine della strada che portava fuori Fabrica, con lo scopo di proteggere il viandante.
In effetti la Madonna della Stradella è da considerare una chiesa extra moenia, cioè costruita al di fuori delle mura del primo nucleo fabrichese, quindi è possibile che sia nata come piccola cappella che poi, successivamente, fu trasformata nell’edificio attuale.
 
Siti Archeologici

Falerii Novi, ☎ +39 0761 569001, è un sito archeologico di una antica città romana, fondata nel 241 a.C. dopo la conquista di Falerii Veteres (oggi Civita Castellana), i cui abitanti supersiti vennero appunto trasferiti in questo nuovo agglomerato urbano; si trova sull'attuale territorio comunale di Fabrica di Roma a circa metà strada tra Fabrica di Roma e Civita Castellana, qui sono presenti la cinta muraria di 2,400 km di perimetro ancora intatta in certi punti, le torrette, le porte principali da cui si accedeva all’interno della città, contenenti all'interno:



la chiesa di S. Maria in Falerii, ☎ +39 0761 569001.
Dal mese di Aprile e fino ad Ottobre è aperta con il seguente orario: Sabato e Domenica dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
Nel quarto decennio del XII secolo i cistercensi, provenienti dal monastero di S. Sulpice-en-Bugey, fondarono l’abbazia di Falleri in Fallerii Novi. 




Nelle vicinanze si trovano scavate nel tufo le catacombe di San Gratiliano e Santa Felicissima, ed i resti sia del teatro interno che dell’anfiteatro esterno.


EVENTI E FESTE

Feste di San Matteo e San Giustino. 
I Santi Patroni di Fabrica di Roma, vengono festeggiati ogni anno in un crescendo di eventi e rappresentazioni che hanno inizio con San Matteo, nella settimana in cui cade il giorno del 21 settembre. 


Durante i tre o quattro giorni di festeggiamenti vengono allestiti banchetti, viene svolta la Fiera delle Merci; la domenica che cade in questo periodo, per le strade principali si svolgono rappresentazioni teatrali e spettacoli per bambini.
Tavolate all’aperto.
Una caratteristica fortemente folkloristica legata al Santo Patrono è la “corsa” della Macchina di San Matteo che si tiene nella serata del 21 settembre iniziando su per le salite del Palazzotto e del vecchio Comune; da qui i portatori fanno fare al baldacchino con il simulacro del Santo una vera e propria volata per i ripidi pendii che portano dalla Circonvallazione Dalla Chiesa fino a Piazza Duomo, mentre dal Castello della Rocca scende una fitta e luminosa bengalata di accoglienza.



San Giustino, secondo patrono, esce il 22 settembre ogni cinque anni, nella teca con il corpo di cera e le reliquie, e viene festeggiato con un trasporto solenne come San Matteo.
Stessi riti, stessa confraternita dei portatori che lo conduce sul percorso tra il centro storico e Via Roma, fino alla Chiesa della Madonna della Pietà.
Nei giorni dei festeggiamenti c’è la Corsa dei Carrettini che si svolge nel giorno del Santo Patrono nel pomeriggio, partendo da Via San Giorgio, dove carrettini fatti artigianalmente dai partecipanti, discendendo a folle velocità tutta la Circonvallazione Dalla Chiesa fino ad arrivare a Via Roma.

Festa della Madonna della Vittoria, Via San Rocco. La ricorrenza, per tradizione, si festeggia la seconda Domenica di Ottobre, e si svolge durante quattro giornate dedicate ai riti spirituali, che si tengono secondo programma del parroco del paese, presso la Chiesa della Madonna della Vittoria (o del Salvatore), che si trova nel Rione “Borgo” di Fabrica di Roma; ma è anche accompagnata da eventi dedicati per la maggior ai bambini.
Nella domenica che cade durante i festeggiamenti, c’è la benedizione e la distribuzione gratuita di melograni, frutti simbolici di opulenza e prolificità, per cui questa festa viene denominata anche Festa della Madonna del Melograno.
Nella stessa serata, il tutto si chiude con il lancio di un grande Globo Aerostatico.

Festa della Birra, Piazza Madre Teresa di Calcutta – Loc. Vallette. 
La Festa nasce nel 1997 e rappresenta ad oggi la più importante festa nel viterbese di fine stagione estiva con un numero di partecipanti che aumenta di anno in anno, basti pensare che per l’anno 2014 la XVI edizione ha registrato più di 25.000 presenze. 
Organizzata da un gruppo di giovani in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale, la Festa della Birra offre uno spettacolo di grande impatto sul pubblico giovanile, e non solo; infatti i quattro giorni della festa si sviluppano in un crescendo di spettacoli di gruppi per lo più Metal, ma non solo, con 14 tipologie di birre alla spina, varie pietanze anche di prodotti tipici locali, uno spazio totalmente gratuito per chi vuole campeggiare durante i giorni della Festa.


Re ...Estate a Fabrica.  
Dal mese di giugno al mese agosto vengono organizzati eventi e spettacoli all’aperto per intrattenere le calde serate estive: proiezioni cinematografiche, attività ludiche per bambini, concerti di piazza tenuti dalla Banda Comunale, Urban Trekking programmati, la Notte Bianca Fabrichese, la Sagra della pecora e la grande Festa della Birra che chiude l’Estate!

Sagra della pecora, Piazza Madre Teresa di Calcutta – Loc. Vallette. 
La Sagra si immette nel circuito delle tipiche sagre di paese, dove la carne di pecora cucinata in vari e succulenti modi era ben voluta su tutte le tavole delle famiglie. Questa festa, nata nel territorio fabrichese nel 2012, si svolge di solito nel week end di metà mese di Luglio e coinvolge un centinaio di giovani volontari che si fanno in quattro per cucinare succulenti piatti a basa di carne di pecora, si va dagli gnocchi al castrato alla pecora fatta alla cosiddetta “callara”, accompagnati da balli e canti per lo più popolari. A ciò si accompagnano dimostrazioni di preparazione di formaggi e ricotta di pecora


Sagra del fagiolo carne, Piazza Madre Teresa di Calcutta – Loc. Vallette.
La coltivazione del fagiolo nel territorio di Fabrica di Roma ha origini antichissime e grazie alle condizioni climatiche e territoriali favorevoli che ne rendeva possibile la coltivazione in “secondo raccolto” dopo la mietitura dei cereali, c’era la possibilità di ottenere due raccolti annuali differiti favorendo la diffusione delle due antiche varietà: fagiolo cera e fagiolo carne (il cui nome deriva dal fatto che possiede più calorie della carne). 
In questi ultimi anni la stessa Amministrazione comunale, per dare un impulso all’agricoltura e per far conoscere questo prodotto, ne sta promuovendo la coltivazione e la commercializzazione anche attraverso il riconoscimento di “prodotto tipico locale”, ed è così che il fagiolo carne è stato inserito nel registro regionale delle specie autoctone.


La Sagra del fagiolo è nata nel 2013 con lo scopo appunto di contribuire alla conoscenza e diffusione di questo prodotto tipico locale. 
Ogni anno per la fine del mese di settembre, essa si svolge in tre giorni di festa con la preparazione del fagiolo carne nelle ricette tipiche italiane e paesane, con balli e canti.


.
Booking.com
COME ARRIVARE A FABRICA DI ROMA

In Treno

Fabrica di Roma è dotata di 2 stazioni ferroviarie poco distanti fra loro:

Stazione di Fabrica di Roma (Atac) collocata lungo la ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo tra le stazioni di Corchiano (ATAC) e Faleri.




Stazione di Fabrica di Roma (FS) collocata lungo la ferrovia Orte-Capranica-Civitavecchia tra la stazione di Caprarola e la stazione di Corchiano (FS).


Fino al 1995 venivano effettuati treni regionali tra Orte e Capranica (FL3), ma ora la ferrovia è chiusa e non vi passano treni.



Le due stazioni sono collegate fra loro tramite raccordo ferroviario per consentire il transito di treni merci con carichi destinati alla manutenzione della ferrovia Roma Nord


In Automobile

Fabrica di Roma è collegata tramite la Strada Provinciale 26 Vignanellese a Vignanello, tramite la strada provinciale 27 Faleriense a Civita Castellana, tramite la strada provinciale 35 Ronciglionese a Carbognano, tramite la strada provinciale 65 Valleranese, è collegata a Vallerano, e tramite la strada provinciale 71 Corchianese, è collegata a Corchiano. 

-


Se ti interessa vedere e/o acquistare le mie opere d'arte fotopittorica vai all'intera galleria online cliccando sul sottostante logo (ma prima vai a vedere sulla pagina "Art Shop") gli oggetti e i materiali sui quali possono essere stampati)
http://www.redbubble.com/people/giuseppecocco/portfolio/diamante

o cliccando sul logo sottostante
o cliccando sul logo sottostante
-
Questo Carnet de Voyage, è parte dell’itinerario lungo il percorso dell’antica via romana Amerina nell'alto Lazio viterbese. Fabrica di Roma, m 296 (ab. 7.005), è un centro agricolo con attività industriali (ceramiche), posto sulle estreme pendici orientali dei Cimini. Si crede che sia stata costruita, dai profughi di Falerii Novii . Ricordato dal 1093, divenne castello nel secolo XIII; nel 1539 passò a Pier Luigi Farnese. I Taccuini d’Artista di Viaggi in Italia, narrano con parole ed immagini - fotografie, acquerelli, disegni a matita colorata -, l’Italia minore con la M maiuscola, grande giardino emozionale diffuso. Sono racconti testimoniali visuali accompagnati da parole che fanno rivivere emozioni, appunti, riflessioni, pensieri, considerazioni. Infine uno spazio è dedicato alle informazioni utili al viaggiatore che voglia ripercorrere l’itinerario e raggiungere i luoghi trattati.

Pubblicato: 6 aprile 2018
Pagine: 62
Rilegatura: Copertina morbida con rilegatura termica
Dimensioni: larghezza 21,59 cm x altezza 21,59 cm
Peso: 0,31 kg
Inchiostro Contenuto: Stampa in quadricromia
Lingua: Italiano
ISBN: 9780244679422

Prezzo: € 26,49 (IVA esclusa) (vedi o acquista)


eBookformato PDF
Lingua: Italiano
Pagine: 63
Pubblicato: 24 ottobre 2018
Dimensioni del file: 17.56 MB
ISBN: 9780244728335

Prezzo: € 9,99 (IVA esclusa) (vedi o acquista)


This Carnet de Voyage, is part of the itinerary along the path of the ancient Roman road Amerina in the upper Viterbo area. Fabrica di Roma, m 296 (ab 7.005), is an agricultural center with industrial activities (ceramics), located on the extreme eastern slopes of Cimini. It is believed to have been built by the refugees of Falerii Novii. Remembered in 1093, it became a castle in the thirteenth century; in 1539 it passed to Pier Luigi Farnese. The Travel Artist's Notebooks in Italy, narrate with words and images - photographs, watercolors, drawings in colored pencil -, the lesser Italy with a capital M, a large diffused emotional garden. They are visual testimonial stories accompanied by words that bring to life emotions, notes, reflections, thoughts, considerations. Finally, a space is dedicated to useful information to the traveler who wants to retrace the itinerary and reach the treated places.

Posted: 7 april 2018
Pages: 62
Binding: Soft cover with thermal binding
Dimensions: width 21,59 cm x height 21,59 cm
Weight: 0,31 kg
Ink Content: Four-color printing
Language: English
ISBN: 9780244079758

Prezzo: € 26,49 (IVA esclusa) (see or buy)


Come ti è sembrato questo articolo? Ti è piaciuto? 
Perché non lo condividi con i tuoi amici o sul tuo social network preferito?
Aiuterai il blog a crescere e potrai suggerire qualcosa di interessante ad altri!

Se il mio lavoro ti piace, potresti anche offrirmi anche solo 1 €
per sostenere il mio impegno non profit a favore dell’Italia
Contattatemi per maggiori informazioni

Whatsapp: +39 348.2249595


Commenti