Post in evidenza

Chi sono

Giuseppe Cocco Borzone de Signorio Sabellinasco a Roma nel 1957,  Fotografo Documentarista e Divulgatore d'architettura dal 1977 ArchiStoryteller e Blogger dal 2000; Meridionalista narratore dell'Italia minore con la M maiuscola, grande giardino emozionale diffuso; eccellenze, bellezza, identità territoriali materiali e immateriali, genius loci, viaggi lenti ed ecosostenibili, luoghi e territori dimenticati, architetture e paesaggi - antropizzati, urbani, naturali - raccontati con immagini e testi che diffondo in modo virale, grazie ad internet, con i miei blog, i profili social, vendendole sulle gallerie online. 

Penso al mio lavoro, come passione e ragion d'essere; perché non faccio il fotografo, sono Fotografo.
Come Creativo la mia vita è un viaggio avventuroso in cui, attraverso l'uso del pensiero laterale, ho percorso cambiamenti epocali individuali e sociali, vissuti di volta in volta non come crisi di un passato superato, ma la possibilità di una reinterpretazione rivolta al futuro.

Con il mio progetto 2.0 - artistico etico estetico sinestetico -, attraverso l'uso delle immagini, vado oltre le parole. 
Il mio tentativo è creare racconti vissuti visuali ed icone emozionali che possano entrare a far parte dell'immaginario collettivo, rendendo consapevoli del vissuto.

NE' RICCO NE' FAMOSO MA SOLO UTILE E FELICEsobrio, artista, filosofo, creativo, ascetico, visionario, contemplativo, lento, calmo, paziente per nascita e per scelta, lavoro con con sguardo lento; viaggio a passo lento (60 metri al minuto, rilevazione di Google), praticando l'ozio meditativo e creativo e le pause estatiche estetiche. Vivo guardando, con 5 sensi + 3 cuore mente spirito; successivamente trasformo gli scatti fotografici in acquarelli digitali.

Il mio stile di vita è eco-sostenibile ed etico-responsabile: vivo con 5 sensi + 2 mente e cuore; lento di costituzione e per scelta, cammino, osservo vedo guardo, riprendo, narro, fotografo con lentezza, praticando pause estatiche estetiche ed ozio meditativo e creativo; macchina  fotografica al collo, computer online, viaggio slow e low cost, a piedi e in treno.

La discontinuità, che di volta in volta ha subito il mio percorso artistico, non è mai stata un’interruzione, ma pause estatiche estetiche, sospensioni ricche di significato di suggestioni ed esperienze utili  perché il presente si coniugasse a elementi di ogni tempo - un tempo dilatato e liquido - dove io e il mio lavoro ci muoviamo attraverso la fotografia, l'arte, all'interno della storia dell’arte.

Lavoro non profit nell'ottica della Sharing Economy, sostenendomi con la vendita online della mia opera.
Realizzo e pubblico online Diari Fotografici dei miei Viaggi in Italia, che diffondo attraverso i miei blog giuseppecocco, penisolabella e sui social network: Twitter - Facebook - Google + - Pinterest - Instagram; li geolocalizzo attraverso Google Map.

Nasco con anima mediterranea, con radici tra Calabria, Campania, Liguria, Piemonte e un pizzico di Spagna musulmana.
Creativo, artista, filosofo, nasco lento, scelgo di essere lento, meditativo contemplativo di indole, ascetico, un po' antropologo, etnologo, sociologo. 
Nel 1977 dopo il diploma artistico in architettura,  intraprendo la professione di Fotografo documentarista. 

Uso l'immagine fotografica, mezzo di comunicazione che, con la sua forza evocativa emozionale, la potenza creativa e testimoniale, supportate da un linguaggio esteticamente “accattivante”, possono indurre alla riflessione, e grazie alla capacità di parlare un linguaggio tra i più comprensibili e coinvolgenti al mondo, cambiare le coscienze e creare opinione pubblica. Ispirate da sensazioni ed emozioni, la lentezza dello sguardo, hanno la capacità di indurre letture da cui scaturiscono pensieri, considerazioni, rimandi culturali.

L'immagine induce a meditare e riflettere, arricchisce la mente e lo spirito, evitando l’imbarbarimento di singoli e società, l'idolatria del denaro; il suo contributo al miglioramento “dell’estetica e dell’etica del quotidiano” e della qualità della vita, può dare realizzare un mondo migliore. L'auspicio è che il mio sguardo possa stimolare una nuova consapevolezza e percezione visiva.


Ad ogni bivio, scelgo sempre di abbandonare la strada maestra, per vicoli piccoli e polverosi, per la strada meno battuta, e questo fa la differenza!

In tutte le "gare" corro con il mio passo, il mio ritmo, il mio tempo, e quando gli altri mi sfrecciano davanti, io continuo ad andare al mio passo, senza scoraggiarmi, senza sentirmi meno degno di quella corsa, corro gli stessi km in fondo, la strada è la stessa, solo il ritmo è diverso. Ma quando arrivo in fondo, io ho vinto la mia gara, ho conquistato la mia medaglia… E’ la mia vita, felice della diversità. Ho percorso gli stessi corridoi della scuola dei miei coetanei, fatto sport, frequentato gli stessi luoghi, ma facendo della diversità, l'unicità, la distinzione, la mia opportunità.

1982/1985 ricopro il ruolo di Photo editor e Fotografo delle Edizioni Cidas della Confcommercio, con le quali pubblico una serie di libri.

Nel 1985 vinco il premio "Leader del Turismo" per la collaborazione in qualità di fotografo e picture editor con la rivista "Viaggio in Italia".

1985/1990 ricopro il ruolo di Photo editor e Fotografo delle Edizioni Abete, per le riviste: "Viaggio in Italia" di cultura e turismo; "Esportare", "Notiziario Ortofrutticolo", "Export Alimentare", "Quality", periodici ICE - Istituto per il Commercio Estero; pubblico anche una serie di libri.

Nel 1989 vengo incaricato dall'Assessorato all'Urbanistica Assetto del Territorio e Tutela Ambientale della Regione Lazio, di realizzare la rilevazione fotografica della situazione urbanistica, paesistica e territoriale della regione, nell'ambito dei primi "Piani Paesistici e Territoriali di Coordinamento" (legge Galasso).

Nel 1997 mi iscrivo all'Ordine dei Giornalisti.


1999/2001 ricopro l’incarico di Capo Ufficio Stampa del CTG (Centro Turistico Giovanile).

2000/2003 ricopro il ruolo di addetto stampa con delega di responsabile dei servizi comunicazione 2.0 e web del Ministro per gli Affari Regionali.

2004 inizio la docenza, in qualità di cultore della materia - presso le Libere Accademie di Belle Arti di Roma e di Aleppo (Siria) - per le cattedre di ripresa ed post produzione fotografica digitale, linguaggio e storia della fotografia.

2010 sono responsabile nazionale fotografi del sindacato UGL Creativi.


2011 sono vicepresidente vicario dell'ecosezione Roma Regione dell'associazione ambientalista Movimento Azzurro.

2012 ricevo il premio nazionale per l'ambiente "Gianfranco Merli" con la motivazione: "per l'attività di fotografo attento alla rappresentazione di aspetti ambientali in riferimento alle problematiche turistico/culturali italiane, e l'impegno rivolto alla sensibilizzazione dei giovani" 

2012 sono Responsabile Comunicazione 2.0, WebEditor e WebContent del Weblog per il CITS (Centro Italiano Turismo Sociale)

2019 sono Consulente Creativi dello Staff del Segretario Nazionale del sindacato UGL Pensionati.

2019 dal 1 Aprile Segretario Nazionale del sindacato UGL Creativi


Dal 2016 sono entrato a far parte dei fotoartisti rappresentati e venduti dalla Galleria Alidem di Milano

Sono il responsabile per l'UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani) di Roma, del  settore espositivo e le attività fotografiche della Galleria La Pigna di Roma e coordino il Gruppo Fotografi Creativi La Pigna.

Iscritto alla SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) nella sezione Olaf Arti Figurative 

(Continua a leggere il Curriculum)

Vedi anche Pubblicazioni - Mostre - Recensioni - Premi 


Se la mia filosofia ti piace, perché non mi offri anche solo 1 € per sostenere il mio impegno non profit a favore dell’Italia minore con la M maiuscola

Contattatemi per maggiori informazioni

Cell: +39 320.2590773 - +39 348.2249595 (anche Whatsapp)

Commenti